Libri

Prigioniero senza nome

 

“Prigionieri senza nome” è il titolo di una raccolta di testimonianze di deportati piacentini che hanno vissuto l’amara esperienza dell’internamento nei campi di sterminio nazisti, nel corso dell’ultima guerra mondiale. Il titolo di questo lavoro si spiega con il fatto che ai deportati era tolto tutto, anche il nome, cambiato con un numero.

Nel volume, sollecitato dalle edizioni Pontegobbo, sono riportate le agghiaccianti esperienze di deportati politici ed ebrei. Parlano alcuni testimoni diretti e ancora viventi e sono raccolte testimonianze comparse sui giornali dell’epoca, brani di diari di deportati ed estratti da lavori compiuti da altri storici locali.

Con  questa pubblicazione si è cercato, per la prima volta, di raccogliere in un unico volume le drammatiche esperienze di piacentini che, loro malgrado, hanno dovuto subire violenze e soprusi inimmaginabili nei campi dell’orrore: Auschwitz, Gusen, Dakau, Linz, Flossemburg, Buchenwald, Mauthausen, Rawensbruck, Saal Donau, Poisdorf, Leitmeritz.

Prigionieri senza nome, Edizioni Pontegobbo, gennaio 2002, pagine 80, euro 7. Stampate 500 copie.